#NOtrivSEAfood: insalatina tiepida di seppie e finocchi


La scorsa settimana abbiamo lanciato l'evento #NOtrivSEAfood: il mare lo cucino non lo trivello, per parlare del referendum del 17 aprile, attraverso un piatto, una ricetta che renda omaggio al mar Mediterraneo ed inviti ad informarsi su quel che succede proprio nei nostri mari.
Informarsi è la parola d'ordine, poi che si scelga di votare sì o no al referendum è una questione assolutamente personale: anche se voterò sì, per vietare il rinnovo delle concessioni a trivellare entro le 12 miglia dalla nostra costa, attraverso l'evento e il mio piatto, non voglio certo convincere ad assumere la mia stessa posizione, ma semplicemente spingere a farsi un'opinione.
Purtroppo tra i politici che dovrebbero avvicinarci alle problematiche del Paese, pur con posizioni differenti, o si evita di parlarne o si invita a non andare a votare ed è ridicolo se non vergognoso che a farlo sia uno schieramento che, fino a pochi mesi fa, sosteneva le cause ecologiche, ma questa è un'altra storia...
Personalmente non ho mai compreso il quorum: se un cittadino non vuole andare a votare, dovrebbe assumersi la propria responsabilità e lasciare la decisione in mano a chi invece decide di andarci, esattamente come succede con gli altri tipi di voto. Ritengo che sia sempre necessario conoscere, informarsi e dopo di che prendere una decisione: l'appoggio al sì o al no deve passare attraverso il voto, non attraverso l'astensionismo. L'astensionismo non è mai buono, dal mio punto di vista, perché lo percepisco come uno sputo in faccia alla democrazia e al diritto di votare.
Tutto questo per dirvi, ancora una volta: leggete, informatevi e poi decidete, non *se* andare a votare ma *cosa* votare.

Per omaggiare il nostro splendido mare, ho preparato una ricetta semplicissima, con pochi ma ottimi ingredienti: seppia con il suo nero, finocchio, arancia siciliana, olio extravergine di oliva ligure, sale integrale, il tutto in un'insalatina tiepida. 
Piatto molto semplice, nato dall'ispirazione data dagli ingredienti; il nero di seppia, schizzato sul piatto in maniera piuttosto disordinata, vuole richiamare il petrolio, la verticalità dell'impiattamento le trivelle. Un piccolo divertissement per riflettere su argomenti tutt'altro che giocosi.



Ingredienti
per due persone:
1 seppia da circa 200 g
100 g di finocchio
1 arancia siciliana
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva ligure q.b.
sale integrale q.b.
pepe nero q.b.

Procedimento
Pulire la seppia, tenendo da parte la vescica del nero. Tagliare la seppia a fettine molto sottili.
Preparare la salsa nera: scaldare in un padellino un filo d'olio con lo spicchio di aglio; togliere l'aglio e aggiungere il nero, bucando e spremendo la sacca, e due-tre cucchiai di acqua. Far sobbollire per qualche minuto e spegnere il fuoco.
Portare ad ebollizione l'acqua per cuocere la seppia: appena bolle, buttare le fettine di seppia e farle cuocere per due minuti. Scolare e tenere da parte.
Mondare il finocchio e tagliarlo a julienne. Lavare l'arancia.
Mescolare la seppia, ancora tiepida e il finocchio, condire con l'olio, il sale e il pepe. Mettere nel piatto e completare con una grattugiata di scorza di arancia e qualche goccia di nero di seppia, anch'esso ancora tiepido.



12 commenti:

  1. Piatto bellissimo e direi perfettamente chiaro nella sua presentazione.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. buono buono
    la freschezza dell'estate in un piatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O della primavera :)
      Grazie cara!

      Elimina
  3. brava Elisa! semplice ma buono, efficace e bello!!!

    RispondiElimina
  4. fantastico il tuo piatto, peccato l'evento solo su fb al quale non sono iscritta altrimenti avrei partecipato volentieri. baci e buona Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, ma partecipa pure! Guarda il link che ho messo nel post, che rimanda all'articolo riguardante l'evento: basta che prepari una ricetta e mi riporti il link in quel post e va benissimo; se poi ti fa piacere, lo promuovo io sui social network ;-)
      Grazie e buona Pasqua anche a te!

      Elimina
  5. Un piatto stupendo x sostenere un'iniziativa importantissima, grazie x aver contribuito :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Consuelo! E se ti fa piacere, partecipa pure tu! :)

      Elimina
  6. giusto bisogna sempre informarsi e cercare poi di partecipare ovviamente al referendum.ottima ricetta bellissima

    RispondiElimina

I commenti mi aiutano a crescere: ditemi tutto ciò che pensate, soprattutto se qualcosa non vi piace o vi lascia perplessi.

 

IL MIO LAVORO: CUCINA A DOMICILIO

IL MIO LAVORO: CUCINA A DOMICILIO
.

Il mio blog è #SLOWTHINKING

GENTE DEL FUD

I miei lettori

Seguimi tramite email

Blog di cucina

Blog di libri e scrittori

Rubrica di teatro