Pancakes con latte di bufala


Che io ami la mozzarella di bufala credo ormai sia chiaro a tutti, no?
Bene, dato questo amore, come avrei potuto dire di no di fronte all'idea di sperimentare in gruppo qualche ricetta con un particolare latte di bufala?
Questo latte si chiama Latterì, un latte di bufala al 100% che, attraverso un processo di concentrazione, è privato del 50% della sua acqua. In tal modo le caratteristiche organolettiche peculiari del latte di bufala vengono prima preservate e poi esaltate, consentendone una più lunga utilizzabilità. Abbiamo quindi creato un gruppo di sperimentazione che sta valutando la versatilità del prodotto, grazie anche alla sua alta percentuale di massa grassa (18%).
Per il momento sono riuscita a fare poche prove. Una è quella che vi mostro oggi: dei semplicissimi pancakes per la colazione.  La ricetta da cui sono partita è quella che utilizzo di solito, ma ho ridotto la percentuale di farina e omesso il burro, proprio per le caratteristiche del latte, che è denso e piuttosto grasso. Avrei potuto diminuire lo zucchero, perché questo latte è piuttosto dolce, ma ho voluto mantenere un composto comunque dolce, perché volevo un pancake che fosse possibile consumare in purezza, senza l'aggiunta degli sciroppi che solitamente accompagnano questa preparazione.
Ho fatto due prove con le quantità di farina, ottenendo due risultati diversi, che potete vedere nella foto qui sotto: a sinistra il risultato migliore con il 50% di farina rispetto alla ricetta con latte vaccino, a destra il risultato che infine ho scartato, con il 40% di farina rispetto alla ricetta originale. In entrambi i casi il gusto di bufala è lampante e persistente, forse nel secondo leggermente di più, ma perdendo in consistenza, ho preferito la versione che vedete a sinistra.


Riporto dunque, la ricetta del pancakes che ritengo migliore, dopo queste prove.

Ingredienti
per 18 pancakes di piccole dimensioni:
150 ml di Latterì
1 uovo
50 g di farina di grano tenero 0
20 g di zucchero
1 pizzico di sale
burro per ungere la padella q.b. 

Procedimento
Miscelare gli ingredienti secchi, dopodiché aggiungere l'uovo e cominciare ad amalgamare il tutto. Unire il latte di bufala concentrato e mescolare con una frusta finché si ottiene un composto liscio.
Scaldare una padella, unta leggermente con il burro, e versare il composto a cucchiaiate. Quando iniziano a formarsi delle bolle in superficie, girare il pancake e cuocerlo per un minuto scarso dall'altro lato. Procedere fino ad esaurimento del composto, impilando i pancakes pronti.


11 commenti:

  1. mmmm….. che curiosità, mi piacerebbe assaggiarlo, ma 1) non l'ho mai visto in commercio 2) sono (dovrei) essere a dieta… bel post, molto interessante Elisa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora non è un prodotto distribuito nei negozi, ma chissà che prima o poi non lo sarà. Dovresti essere a dieta? Ma dai! Uno strappo si può fare :D
      Grazie cara!

      Elimina
  2. Beh, una fan dei pancake come me e delle idee originali non può non restare colpita dal latte di bufala e pensare che devo provare al più presto... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un latte molto buono: io poi sono un'amante del sapore di bufala ;)

      Elimina
  3. Mi immagino la delizia, adoro il latte di bufala, bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  4. questi si che li provo il latte di bufala siiii che c'è buonissimi

    RispondiElimina
  5. sai che invece io non ho mai fatto i pancakes?! che sia questa la ricetta giusta per me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non li faccio spesso, però ogni tanto, per una colazione più golosa perché no? ;)

      Elimina
  6. I prodotti di qualità sono sempre al primo posto, quando si parla di scelta giusta. Scegli anche tu le casarecce . Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2MzIzOTE4MywwMTAwMDAxMixjYXNhcmVjY2UuaHRtbCwyMDE2MDYxMSxvaw==

    RispondiElimina

I commenti mi aiutano a crescere: ditemi tutto ciò che pensate, soprattutto se qualcosa non vi piace o vi lascia perplessi.

 

IL MIO LAVORO: CUCINA A DOMICILIO

IL MIO LAVORO: CUCINA A DOMICILIO
.

GENTE DEL FUD

I miei lettori

Seguimi tramite email

Blog di cucina

Rubrica di teatro