Tortine salate con ceci, rosmarino e uova di quaglia


Da grande voglio fare la tirasfoglia per la torta Pasqualina...si può?? :P
Non sono impazzita: è solo che la sfida di questo mese dell'MTC, sulla torta Pasqualina della Vitto, mi sta divertendo un mondo, non tanto per ciò che più mi piace fare in cucina, e cioè sperimentare accostamenti di sapori, profumi e consistenze, quanto per la tecnica di tirare una sfoglia sottile come un velo: posso tranquillamente annoverare questa attività tra quelle -di cucina s'intenda- che mi rilassano e mi divertono! Devo dire che fare le monoporzione richiede un pizzico in più di pazienza, ma basta un po' di organizzazione e...se po' fa'! :D


Per questo motivo o, forse, anche per non volere intaccare troppo una ricetta della tradizione, non mi è venuta proprio la voglia del "famolo strano": la prima era una Pasqualina (quasi) originale, in questa e nella prossima (che pubblicherò nei prossimi giorni), ho cercato sapori abbastanza tipici, nessun abbinamento insolito o ricercato: volevo qualcosa che trasmettesse calore...ho proprio bisogno di calore in queste prime giornate uggiose...

 

La ricetta della sfoglia, dicevamo, è quella della Vitto, per il ripieno ho utilizzato ceci, rosmarino, ricotta e yogurt e uova di quaglia, sapori semplici, che mi ricordano un po' la torta di ceci che si faceva un tempo in terra di Langa.

 

Ingredienti per 12 tortine
Per la sfoglia (ricetta di Vitto)
300 g di farina di grano tenero 0 (io ne ho usata una macinata a pietra naturale)
1 presa di sale
30 g di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco
1/2 bicchiere di acqua
Per il ripieno
200 g di ceci
olio evo
rosmarino
sale
pepe nero
1 cucchiaio di ricotta
2-3 cucchiai di yogurt
12 uova di quaglia (1 per tortina)


Procedimento
La sera prima mettere in ammollo i ceci. Al mattino scolarli e lessarli in acqua bollente. Quando saranno morbidi, scolarli e saltarli in padella con un filo d'olio e uno, due rametti di rosmarino; aggiustare di sale e di pepe nero e togliere dal fuoco. Tritare i ceci in un mixer, aggiungendo un cucchiaio di yogurt, che ammorbidisce. Aggiungere la ricotta e il resto dello yogurt e amalgamare bene.
Impastare la farina con il sale, l'olio, il vino e l'acqua, fino ad ottenere un impasto morbido (ma non appiccicoso) ed elastico. Dividere in 5 palline, coprire con un canovaccio e fare riposare per 1-2 ore.

A questo punto si può scegliere se stendere ogni pallina e poi tagliarla con un coppapasta oppure dividerla in 12 piccolissime palline e poi allargarle. In ogni caso la pasta va stesa prima con il mattarello e poi aiutandosi con i pugni infarinati: la pasta deve diventare sottile come un velo. Ungere le tartellette con un filo d'olio e foderarle con il primo strato di sfoglia, spennellare con olio e stendere la seconda sfoglia. Versare il ripieno, formare un piccolo buco nel composto e versarvi un uovo di quaglia. Coprire con le tre rimanenti sfoglie, seguendo lo stesso procedimento delle prime due, facendo attenzione a non rompere le uova e soffiando con una cannuccia tra la seconda e la terza. Formare il cordoncino e se la pasta è troppa tagliarla con un coltellino.
Cuocere in forno a 180° per 20-30 minuti o fino a doratura della pasta.
Spennellare con olio e far raffreddare: la pasta si ammorbidirà e scenderà come un velo.


Con questa ricetta partecipo all'MTC di settembre



60 commenti:

  1. Se volevi l'originalità, penso che con queste tortine ci sia riuscita alla grande. Complimenti, belle e buone.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non cercavo proprio l'originalità, ma sapori semplici... Grazie :D

      Elimina
  2. Elii oramai non ha più segreti quest'impasto per teee! Ma che splendore! Sono perfette, nella forma, nella consistenza, nel colore! Complimenti di cuore! Bellissime: le uova di quaglia ci stanno proprio bene. Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh più o meno...devo ancora far pratica! :P
      Grazie tesoro! ^_^

      Elimina
  3. Belle e buonissime! :D Complimenti, ne posso avere una? ;) Un bacio grande e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Direi che hai centrato in pieno per quanto riguarda l'originalità della ricetta, sono splendide queste tortine :-) Bacioni!

    RispondiElimina
  5. Sono senza parole !!! Ma quanto sono belle Elisa !!!

    RispondiElimina
  6. Elisa sono l'eleganza in miniatura! Che meraviglia! Originalissima anche l'idea di utilizzare le uova di quaglia!
    Bravissima, come sempre!

    RispondiElimina
  7. cara elisa, nell'ultima foto quell'ovetto sembrava dire: mangiami!!! :) e le foto? mi piacciono tanto! bacino, sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sere! Sono contenta che ti piacciano!! :D

      Elimina
  8. sono così carine e appetitose! bellissime anche le foto! originale :-)

    RispondiElimina
  9. Ceci, rosmarino.. adoro :)
    Queste tortine sono bellissime e le foto sempre più belle cara!

    RispondiElimina
  10. Come sono invitanti queste tortine!!!!

    RispondiElimina
  11. Elisa le tue tortine sono in assoluto le mie preferite di questa sfida :) e poi hai fatto delle foto bellissime! Il tuo blog mi piace sempre di più!

    RispondiElimina
  12. ma che carine queste tortine, devono anche essere deliziose. Non ho mai assaggiato l'ovetto di quaglia e sono curiosa.
    Anche a me piace tirare la sfoglia a mano, ho la macchina della pasta ereditata da mia mamma in cantina e non l'ho mai usata.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la macchina la uso per la pasta all'uovo, ma dipende dalle quantità e dal grado di pigrizia :P Sì perché tante volte la uso per pigrizia... :P
      Grazie cara! :)

      Elimina
  13. Bellissima la tua versione per la sfida, tra quelle che ho visto finora è la più particolare....in bocca al lupo!!!
    Un bacione.

    RispondiElimina
  14. Sai che io a luglio dicevo che da grande avrei voluto fare la gelataia! Anch'io mi sono divertita a tirare la sfoglia...ero talmente concentrata che è servito da antistress. Lo sapevo che avresti tirato fuori il coniglio (ops le uova di quaglia) dal cilindro! Idea ben pensata e ben realizzata. Ciao tiratrice di sfoglia di pasqualine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah è vero che volevi fare la gelataia!! :D
      Grazie Annarita!

      Elimina
  15. comunque sei proprio brava eh!! Il tuo blog è ricco di attenzioni e si avverte in ogni pixel....
    bacioni
    PS: per la sfoglia io non sono ancora pronta...

    RispondiElimina
  16. Elisa a parte il fatto che trovo la ricetta davvero molto golosa, ma io le continuo a guardare perchè in quel cestino sono deliziose, cosi mini e raffinate! Sei sempre super in tutto quello che proponi! Baciiii

    RispondiElimina
  17. davvero carine ed originali queste tortine!
    mi piacciono un sacco!
    alla prossima!

    RispondiElimina
  18. Ma che belle in versione monoporzione, delizioso anche questo ripieno ai ceci... Ottima proposta!

    RispondiElimina
  19. MI-SE-RI-COR-DIA!!!!!! Io non riesco a decidermi a procedere con la pasqualina, sono quasi fuori tempo massimo.... certo, quando vedo certe delizie mi sdò... non potrò mai competere, me tapina! Notte Elisa, bravissimissima e originale come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai dai che voglio vedere la tua versione!! Eh smettila di dire che non puoi competere!! >_< Corri e vai a tirare la sfoglia! :P
      Bacioooo

      Elimina
  20. adoro la pasqualina in tutte le sue forme, le tue poi sono magnifiche. Ripiene di ceci non le ho mai provate. Molto belle anche le foto... che dirti, bravissima
    ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefi! Dovrei provarla con quelle meravigliose erbe di campo che ci hai mostrato ieri nel tuo post ;)

      Elimina
  21. oddio eli sei meravigliosa.. io invece che la cosa che più mi ha spazientito è stata proprio la pasta, forse mi serve un po più di esperienza!!! sai che i ceci mi piacciono un mucchio e questo ripieno lo trovo davvero goloso!!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono ancora molto abile, ma mi diverte :P E comunque la tua non era proprio per niente male! Smuuuuaaaaaack amica mia!

      Elimina
  22. Meno male che arrivi tu con le tue Pasqualine...l'inizio di questo autunno è veramente un pò triste!!
    A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì l'autunno a me piace, ma quello dei colori caldi delle vigne che anche tu conosci bene, non quello della pioggerellina e della nebbia :P

      Elimina
  23. Si vede che ti diverte. Si avverte dalle foto, da come hai preparato questi tortini. Belli, davvero belli!

    RispondiElimina
  24. La versione mini è deliziosa, con le mini uova (quelle di quaglia) ancora di più. :)
    Beata te che amiu stendere la pasta, evidentemente perchè ti riesce anche benissimo. Io sono una schiappa! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figuriamoci se sei una schiappa! Non ti credo!! :)
      Grazie Eli ^^

      Elimina
  25. Qui non si scherza, le ricette che ho visto fino ad ora per l MTC sono una più bella del, altra, siete davvero fantastiche, io mi sarei già arenata all idea di tirare la sfoglia a mano!

    La versione mingo che ci hai presentato é superlativa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia cara! Secondo me comunque tu tireresti la pasta splendidamente! :)

      Elimina
  26. molto, molto, molto carucce! I like :)

    RispondiElimina
  27. Da vecchia, voglio diventare come te: visto che da grande non ci son proprio riuscita, ma proprio per niente :-)
    Ti faccio una confidenza: ogni volta che passo di qui, la prima cosa che penso è "vince lei". Poi mi tocca ricordarmi che hai già vinto, porcamiseria- e quindi, sarà un po' più difficile: ma ti assicuro che è un piacere allo stato puro, leggere le tue ricette ed ammirare le tue foto. Oltre alla tecnica, sempre impeccabile, si respira quella ricerca che nasce da una curiosità intrisa di cultura e di amore per la cucina- un fatto sempre più raro, nella blogsfera e nell'editoria del settore- e anche per questo ancora più apprezzabile e lodevole. Grazie per continuare a partecipare con questo spirito e in questo modo: non sai quanto arricchisci la nostra sfida, ogni volta
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ora te la faccio io una confidenza: aspetto sempre con ansia il tuo commento, come si aspetta l'approvazione da parte di un genitore o di un prof e dopo averlo letto mi gongolo tutta per un'oretta :P
      Grazie, cara! Per me è sempre un onore partecipare ed è sempre meraviglioso, perché c'è davvero sempre da imparare, quindi grazie grazie grazie a tutte voi! :D

      Elimina
  28. Un'altra ricetta indimenticabile della raccolta MTC!
    Complimenti Elisa . Quelle uova di quaglia poi..
    Tutto perfetto e citatissime qui :-)

    RispondiElimina
  29. qualcosa che trasmetta calore............ ed è proprio quello che ho pensato aprendo questa pagina in questa mattinata piovosa e uggiosa.
    I legumi sono una degli alimenti che preferisco e queste tortine piccole, friabili fuori e morbide e profumate dentro, fanno proprio venire voglia di affondarci i denti .....e vedere il sole!!! ...ah no era l'ovetto, una bellissima sorpresa!
    Grazie, Vitto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Vitto! :) Sono contenta di essere riuscita a trasmettere la sensazione di calore :)

      Elimina
  30. sono una meraviglia! fantastiche!

    RispondiElimina

I commenti mi aiutano a crescere: ditemi tutto ciò che pensate, soprattutto se qualcosa non vi piace o vi lascia perplessi.

 

IL MIO LAVORO: CUCINA A DOMICILIO

IL MIO LAVORO: CUCINA A DOMICILIO
.

GENTE DEL FUD

I miei lettori

Seguimi tramite email

Blog di cucina

Rubrica di teatro

Archivio