26 marzo 2012

Un sole rosso nella mia cucina: pseudo aspic di fragole con crema inglese e cioccolato fondente

Eccomi con la ricetta di esempio per il nuovo contest Contaminazioni. Food and...
Vi ricordo che il primo tema è l'arte e potete partecipare in due categorie: ricette ispirate a un'opera d'arte, di cui trovate un esempio qui; e poi il caso del dolce che vi propongo oggi: il quadro nel piatto, ovvero ricette che riproducono, nella loro presentazione, un quadro.

 Pseudo aspic di fragole con crema inglese e cioccolato fondente ispirato a Sole rosso di Joan Mirò




Immagine dal web

Joan Mirò i Ferrà, nato a Barcellona nel 1893, fu pittore, ceramista, incisore e scultore. Appassionato di arte fin da bambino, decise di dedicarsi esclusivamente ad essa nel 1912. In quegli anni iniziò a frequentare personaggi importanti nel mondo dell'arte e, trasferitosi a Parigi nel 1920, entrò a far parte del circolo dadaista di Tristan Tzara. Intorno al 1925 iniziò a trasformare la sua arte, passando dal dadaismo al surrealismo, di cui diventò in seguito uno dei teorici più convinti.
(Per maggiori informazioni, qui).
Sole rosso risale al 1972 e, come la maggior parte delle sue opere, è vivace, con colori brillanti; i segni quasi infantili sono indice della spensieratezza e della semplicità con cui dipingeva.
Ho scelto quest'opera perché mi trasmette felicità, calore, mi fa sentire la gioia della primavera e della bella stagione che sta arrivando. Ed è anche per questo che ho scelto di portarla nel piatto, utilizzando quello che per eccellenza è il frutto primaverile: la fragola. Finalmente ne ho trovato qualche esemplare non di serra: piccoline, brutte ma dolcissime e buonissime!
Ho preparato un aspic che non è un aspic, perché c'è poca gelatina ed è passato per qualche ora in freezer, ma non è nemmeno un semifreddo. Non amo molto i dolci troppo gelatinosi, quindi ho cercato una via di mezzo tra l'aspic e il semifreddo, giocando un po' con gli ingredienti e i procedimenti. Probabilmente potrei far rabbrividire qualche pasticcere, ma ogni tanto mi piace sperimentare ed esagerare. E poi stiamo parlando di arte e di surrealismo no? Sentivo il bisogno di eccedere, di osare...


Ingredienti per 4 pseudo aspic monoporzione
Per lo pseudo aspic
300 g di fragole
100 g di zucchero
350 ml di acqua
2 fogli di colla di pesce
Per la crema inglese
1 tuorlo
1 cucchiaio di zucchero
1/2 bicchiere di latte
scorza di limone
Per decorare
cioccolato fondente

Procedimento
Portare ad ebollizione l'acqua con lo zucchero. Dopo aver ammorbidito la colla di pesce in acqua fredda, aggiungerla allo sciroppo di zucchero e mescolare finché si scioglie.
Pulire e tagliare le fragole ed unirle al resto. Versare negli stampi monoporzione e far raffreddare. Spostare in freezer e lasciar raffreddare per qualche ora.
Preparare la crema inglese: montare il tuorlo con lo zucchero e aggiungerlo al latte, portato ad ebollizione con la scorza di limone e tolto dal fuoco. Mescolare e far addensare riportando il pentolino sul fuoco (ma attenzione a non far bollire la crema).
Comporre il piatto con lo pseudo aspic, qualche cucchiaino di crema e il cioccolato fondente fuso.


Vi aspetto con le vostre proposte ;)


23 commenti:

  1. E' una vera opera d'arte !!!!! Sono senza parole !!!

    RispondiElimina
  2. ciao che piatto artistico, perfetto!!!
    voglio pensare anche io a qualcosina....

    serena
    dolcipensieri.wordpress.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che bello! una copia perfetta, superba. bravissima!

      Elimina
    2. @Serena: allora ti aspetto! ;)
      @Batù: grazie carissima! ^^

      Elimina
  3. Davvero bello e ben fatto ^_^.

    RispondiElimina
  4. chissà che buono!è bellissimo! complimenti, un bacio e buon inizio settimana! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e buona settimana anche a te!

      Elimina
  5. é un'idea bellissima! inizio a pensare a cosa creare.grazie per questa occasione!
    http://smaltipentoleerockandroll.blogspot.it/ parteciperà al contest!

    RispondiElimina
  6. COMPLIMENTIIIIIIIIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  7. è proprio vero che la cucina è...un'arte!
    hai rappresentato alla perfezione il quadro del grande pittore Mirò! e immagino anche che delizia! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! In realtà speravo di riuscire meglio però dai, mi accontento :D

      Elimina
  8. E' identico, ma che artista!

    RispondiElimina
  9. è bellissimo...e di certo anche molto buono!!

    RispondiElimina

I commenti mi aiutano a crescere: ditemi tutto ciò che pensate, soprattutto se qualcosa non vi piace o vi lascia perplessi.